Menu

Lesbienne pied escort girl gien

lesbienne pied escort girl gien

Added on 31 October 7: Added on 31 October 6: Added on 31 October Added on 30 October 3: Added on 29 October 5: Added on 29 October Added on 29 October 6: Added on 29 October 1: Added on 28 October Added on 28 October 1: Added on 28 October 7: Added on 28 October 4: Added on 27 October Added on 27 October 9: Added on 27 October 7: Added on 26 October Added on 26 October 6: Added on 26 October 5: Added on 26 October 3: Added on 25 October Added on 25 October 9: Added on 25 October 8: Added on 25 October 5: Added on 25 October 3: Added on 24 October Added on 24 October 3: Added on 24 October 9: Added on 24 October 7: Added on 24 October 6: Added on 24 October 4: Added on 24 October 1: Added on 23 October Added on 23 October 9: Added on 23 October 8: Added on 23 October 7: Added on 23 October 6: Added on 23 October 5: Added on 23 October 4: Added on 23 October 3: Added on 23 October 2: Added on 23 October 1: Added on 22 October Added on 22 October 9: Added on 22 October 8: Added on 22 October 7: Added on 22 October 6: Added on 22 October 5: Added on 22 October 1: Added on 22 October 4: Added on 22 October 2: Added on 21 October Added on 21 October 8: Added on 21 October 6: Added on 21 October 5: Added on 21 October 3: Added on 21 October 2: Added on 21 October 1: Added on 21 October 7: Added on 20 October Added on 20 October 8: Added on 20 October 7: Added on 20 October 5: Added on 20 October 4: Added on 20 October 3: Added on 20 October 2: Added on 20 October 1: Added on 19 October Added on 19 October 9: Added on 19 October 7: Added on 19 October 6: Added on 19 October 4: Added on 19 October 3: Added on 19 October 2: Added on 19 October 8: Added on 19 October 5: Added on 18 October Added on 18 October 9: Added on 18 October 8: Added on 18 October 7: Added on 18 October 6: Added on 18 October 5: Added on 18 October 4: Added on 18 October 3: Added on 18 October 1: Added on 18 October 2: Added on 17 October Added on 17 October 9: Added on 17 October 7: Added on 17 October 6: Added on 17 October 5: Added on 17 October 2: Added on 17 October 1: Si riuniscono sotto il nome di Bar- rada , giungono al borgo di Maksan , a 6 miglia da Damasco , e si dividono in 7 rami.

Il ramo di Kanavat entra nella capitale , e le sue acque si dif- fondono per un gran numero di condotti in tutti i fpurtieri , nelle fonti pubbliche , nei bagni , negli al- loggi delle cara vane , e nelle case. Damasco vanta tra i suoi belli edifizj molte moschee , otto sinago- ghe , e varie chiese di Greci, Maroniti , Armeni, e S. La gran moschea è una vera me- raviglia. Ogni navata della moschea è lunga 4 oo piedi. I magazzini delle stoffe di seta son depositi immensi.

Vi soao in Damasco più di fabbriche di stoffe di seta. Le concie, e le fabbri- che di sapone impiegano più di lavoranti. Il cuo- io, ed i marrocchini passano agli Arabi , che risie- dono nelle pianure inculte della Siria. La sua po- polazione, compresi i sobborghi , eccede sicuramen- te a8o,ooo abitanti. Nel paese la valutano a 4 oo,ooo. Vi sono ao,ooo Cattolici, 5 ooo Cristiani di. Partono ogni anno in tempo di pace in numero di 35 a 4 o,ooo.

Damasco è allora la più bella fiera del mondo. Tengono la via del deserto. Vi peri- scono ordinariamente 8, o 10, cammelli. Cosi Damasco fk un commercio este- so anche per mezzo delle caravane della Mecca. Vi arrivano in un mese. Le case sono interamento di pietra nel primo primo , e di mattoni inverniciati nel resto. Nei sobborghi terminano in cupole come a Damasco. Vi sono più di , abitanti , tutti Arabi ad ecce- zione di pochi Cristiahi , Turchi, ed Elbrei.

Le fabbriche di stoffe di seta , e di tele di cotone vi sono ugualmente in fiore. Quindi gli noveravano tra le nazioni Fenicie. Vi cercheremmo inutilmen- te una miglior divisione ai nostri giorni. La sua fertilitk naturale corrispon- de alla descrizione degli storici Ebrei. Vi cresce in ahondauza il più bel grano di tutta la Siria.

Ogni collina ha un villaggio popolato, o deserto. Le case 8on tutte di basalto. Molte famiglie di Maronili , e di Drusi risiedono nei monti. I Greci lo chiamavano con ragione Celesiria Siria infuocata. Conser- va tuttora gli avanzi colossali del tempio incompa- rabile del sole in Balbek , Eliopolis alla quale re- stano oggi appena laoo abitanti 8 anni prima del terremoto ne contava 5ooo.

Vi coltivano un poco di granturco, e di cotone, e pochi cocomeri. Coltivano molto tabacco per il commercio. È ricco di pesce.

I monti lo cingono da ogni parte , ed il Tabor vi tiene il primato. La valle per la quale si aggira il Giordano abon- da di pascoli ; verso Gerico è coperta di sale , e di piante alcaline, che gli Arabi riducono in cenere , per le fabbriche di vetrami , e sapone.

Un fuoco distrut- tore si nasconde nelle sue terre. Vivono nella più perfetta concordia. I musulmani risiedono sulle altu- Digitized by Google i! È situato in vicinanza del monte Carmelo. Raccolgono nel suo territorio grani , uva , e coco- meri superbi , e vi educano i bachi da seta. La strada , che conduce da Naplusa a Gerusalem- me , attraversa un territorio magnifico. La vegetazione vi si mostra per fin sulle rupi. Vi raccolgono nei cam- pi molto grano , granturco , orzo , lino , tabacco , cotone, e frutti.

Quando vi piove molto si cuopre della più bella vegetazione, e vi prosperano a meraviglia grani, e legumi. Gli agri- coltori vi raccolgono molto granturco , orzo , sesamo , fave, cotone, tabacco, cocomeri, cetrioli. I rosmarini aromatici vi germogliano per tutto. Il vino dei contorni di Betlemme è delizioso.

Le pernici errano a torme pei boschi. YAFA Jopiw città piccola con porto mediocre sul mediterraneo ha oggi più di 8ooo abitanti. È guarnita di bastioni , di torri , e di numerosa arti- glieria. Vi risiede una guarnigione Turca. Le sue case son tutte di pietra ; molte terminano con un terrazzo, invece di tetto.

Le strade son larghe, ma non lastricate. Il suo porto riceve solamente i pio coli battelli. Vi prendon terra i pellegrini, che vanno a Gerusalemme per la visita dei luoghi santi. Gli ulivi vi si moltiplicano , come i noci fra nei.

Le facciate delle sue case son quasi senza finestre, gli edifizj pubblici son tutti di marmo. Vi son molte moschee. Gaza è cinta di giardini sopra una circonferenza di 16 miglia.

I meligrani, e le palme vi si confon- dono cogli aranci , e gli ulivi. Dipende da un governatore Arabo. Tan- to i sepolcri , che le cappelle, nelle quali si trovano. Ye gli mandano di tanto in tanto i sultani di Costantinopoli. Gli Arabi vi coltivano , e vi filano il cotone per le fabbriche di tele di Gerusalemme, e di Gaza, fan- no molto sapone per il commercio , lavorano superba- mente in vetro , tanto in vasi , che in ornamenti , per Costantinopoli.

Le rupi vi son rosse come il fuoco. Non vi germoglia neppure il musco. Una barriera di monti nudi la cinge da da tre lati. Le sue strade son diritte, e ben lastri- cate , in molti punti guarnite di marciapiedi , ma strette , per conseguenza oscure , e tutte più o me- no in declivio. Le case son quasi tutte di pietra a a e 3 piani , con poche , o punte finestre nella fac- ciata ; quindi somigliano a tante prigioni. La sua po- colazione permanente è oggi di 36,ooo abitanti, sen: Il solo convento di Terra Santa ne compra ogni anno per più di 60, lire , ed i conventi dei Cofti , degli Arme- ni, e dei Greci ne prendono per più di aoo,ooo lire.

Il pellegrinaggio dei Cristiani è un ramo di sus- sistenza per gli abitanti di Gerusalemme come lo è il pellegrinaggio dei musulmani per gli abitanti della Mecca. I pellegrini restano a Gerusalemme, da no- vembre sino al termine delle feste di pasqua.

Abitano in gran parte nei conventi. Lasciano nella città più di 3,, lire in numerario. Nel la caravana non oltrepassava i 5 oo pel- legrini. Nel ve ne contarono circa La cupola è illuminata da 3 file di lampane. La corte nella quale si trova , è lunga 1 3yo piedi , e larga , quindi cuopre una terra di i,i5y,65o pie- di quadri.

Si entra nel primo per 9 porte. Sei file di pila- stri , e di colonne lo dividono in y grandi navate. Vi si ascende per 8 grandi scale. Tutto il pavimento è di marmo. La cappella, che si erge Digitized by Google i64 finii nel suo centro è un ottagono di piedi di ciceoo- ferenza. Le rupi, presso le quali si precipitano Tacque del torrente Cedron , son piene di cappelle , e di se- polcri degli antichi profeti. I Cristiani , ed i musul- mani le visitano divotamente.

I musulmani sostengono, senza ridere, che il monte Uliveto contiene le spo- glie mortali di 73, profeti!!! Vi sono 36 oo abitanti, fra i quali circa Cristiani cattolici.

È diviso in tre conventi , nei quali abitano 3o religiosi Greci, Cat- tolici , ed Armeni. A i3 miglia di distanza il mar morto cuopre una valle di SaG miglia quadre.

Il territorio di Tripoli è un giardino. Vi raccolgono poca uva. Vi raccolgono poponi, cocomeri , melingiane , bammie , tutti i legu- mi , é tutti i frutti delicati della Siria. Vi ctdtivauo nelle terre pietrose orzo , e tabacco , nelle pianure grano, soprattutto nel Bekah, ove ne raccolgono mol- lo.

Coltivano in grande il gelso , e la vite. Il gelso vi cresce. La seta è venduta a Beiruth. Vi coltivano in grande il gelso, come in tutto il resto del Libano, e raccolgono molto grano. Vi son poche vigne. I monti dei contorni di Gesser son guarniti di mirti , corbezzoli , querele , e "piante dallo storace. La valle di Gesser è un vero giardino.

Vi raccolgo- no mollo grano, orzo, cotone, scammonea , legumi , e frutti, fra i quali albicocche squisite. La popolazione del goveruo di Tripoli è un mi- scuglio di 5 nazioni. II goaemo rende 25 oo,ooo lire, senza i tributi dei montanari. In estate vi regna un caldo micidiale. Quindi gli Europei si ritirano allora nelle ville del Libano.

Vi preparano molto sapone per il coirimercio. A dispetto del cliinrf insalubre, che vi regna in estate, gli abitanti indigeni dormono allora sui terrazzi. Vi son abitanti. Vi raccolgono nelle piàtuire vicine grano , codone , uva , e quasi tutti i nostri legumi.

La rendita è di A 5 oo,ooo lire senza i- tributi dei Motuali , e dei Drusi. La Stola tassa sullé derra- te , che vanno in commerdo, producila per appalto nel i 25 o,ooo lire. Deve i suoi magnifici edifizi , e le fortificazioni che la difendono, al famoso Dgezar, che la governava Digilized by Google SIRIA lispolicamcnie sul finire del secolo. È situata alle falde del monte Carmelo, e gviamita di 3 ordi- ni di mura.

Le case son quasi tutte di pietra , e a 3 piani j le strade son larghe , benché nOn lastricate. La gran moschea lavoro di Dgezar rassomiglia più ad un palazzo di delizia, che ad un luogo di preghiera. Tutto vi è magnifico, i portici, le gallerie, le cupole. La seta passa al Cairo , a Damasco, ad Aleppo. Le sto- viglie di terra si vendono su- tutta la costa.

Nei sobborghi di Beiruth ogni casa ha un giardino. Vi sono 12, abi- tanti. I grandi 'basti- menti gettano V ancora a un miglio di distanza presso uno scoglio. Seida è il centro del commercio fra Damasco , e la Siria interna.

Vi abitano fra gli Europei i soli Francesi. Vi portano circa balle di panni, ed altri articoli per il valore di i 5 oo,ooo lire. H suo commercio , una volta. Digitized by Google SIRIA j;a so, si riduce a poclie sacca di cotone, a poco grano, e tabacco, chfe vengono a prendervi i Greci per i nego- zianti di Sejda. La popolazione della Siria è un miscuglio di più di 20 nazioni. Tra i popoli sedentarj i Siro-Greci ten- gono il primato.

I Maroniti risiedono nel distretto di. Kesrùan governo di Tripoli tra Dgebal, e il Nahrel-kelb. Kiconoscono per fondatore un solitario. Quando venne a morte , gli inalzarono una cappella, e poco dopo. Quindi non tardarono ad unirsi coi ribelli , i quali acconsentirono di buon grado a prenderne il nome. Al tempo delle Crociate abi- tavano nelle terre , che occupano anche oggi.

Amurat JU gli rese suoi tributar] nel 1 Resero dopo omagp- gio alla Porta. Raccolp;ono grano, vino, e cotone per il commercio con Tripoli.

Possou met- tere in armi al bisogno 38, uomini. Sono in numero di , Al tempo di Pompeo ,. Biblos , e Berytus. I Drusi stanchi di soffrire lo consegnano ai Turchi, che lo sti'angolano nel i63i. I principi Dmsi riconoscono oggi la Porta. Il paese in cui abitano , ,è più popolato , che non si crederebbe. Educano i bachi da seta. I Drusi occupano sulla costa un tratto di 36 miglia , dal fiumicello Damur fino a Dgebal.

La bella valle di Bekah è chiusa tra il Libano , e r Antilibano. La percorre tutta il Khasmiè , die discende da Balbek, e si perde nel mare a tre mi- glia da Tsur, dopo un corso di 68 miglia. Vi sono 16,, abitanti , fra i quali pochi Greci. I Na'sarieni risiedono nei moitf. Vi abitavano anche al tempo di Pli- nio. Discendono dagli antichi Sirj montanari.

Colti- vano grano , orzo, granturco, e. Si provvedo- no di bestiami tra gli Arabi, ed i Kurdi , che vanno errando per le pianure di Tripoli. Discendono so- vente a Tripoli , a Hamalh , a Latakié , e vi vendo- no seta , cotone , olio , e frutti secchi.

Abitano in 80 villaggi. Obl cdiscono a tre principi tributarj del go- verno di Tripoli. Pagano alla Porta un tributo di a 5 o,ooo lire. Discendono dagli Aramei, il po- polo pifi antico della Siria.

Son divisi in due U-ibù , i Suedaiiis , ed i Ke: E la capitale della na- zione. Tutto il territorio deeli Ismacli contiene 18 villaggi. Educano i bachi da seta, e prendon cura del- Papi. I Turcomanni- risiedevano un giorno sulle rive del Caspio.

Ten- gono cammelli , bufali, tiapre, un gran numero di pecore dalla grossa coda. Provvedono di carne tutti i macelli dei paesi viciiii , e prendono in cambio articoli di vestia- rio, grani, e denaro. Benché divisi in molte tribù indipendenti , spesso an- che nemiche, appartengono tutti ad una sola nazione, di cui r origine risaie fino ad Yarab , uno dei discen- SIRIA.

Jfei paesi , ove la terra si presta alla cultura , sono anche agricoltori , ed uniscono il pane , ed il riso agli alimenti dei popoli pastori, alla 'carne, ai datteri , ed al latte. Gli A- rabi erranti del deserto della Siria trafficano colle sue città , soprattutto con Damasco. Qualcuno vende per 12 a i 5 ,ooo lire. La sicurezza delle cara vane dipende dalla buona inlelligenza , che regna tra i principi degli Ana- seh , ed il governatore di Damasco.

Riceve una retribuzione in contanti dal go- verno di Damasco per non- inquietar le caravane. La tribù di Szirhan, che ha 60, anime vive in compagnia della tribù di Szaher.

La tribù di SzaJit. La tribù di Shararath, che ha a 5 o,ooo anime, erra coi suoi numerosi bestiami da Thuk sino a el-Safad , e a Hoddrusch. La tribù di Naim, che ha 5 o,ooo anime, percor- re il territorio di Gutha, i contorni di Damasco, e di Homs. Ob- bedisce a parecchi piccoli principi; tiene molti be- stiami, coltiva la terra, paga un tributo di pe- core al governo di Damasco. Totale 3 1,3 16 , 5 Fabbri- cano belle stoffe di seta, tele di cotone, chicchere , e piattini da caffè , ornamenti , e finimenti per cavalli , tappeti, armi, e pipe.

Quasi tutto il commercio si concentra nelle mani dei Greci , degli Aimieni , degli Ebrei, dei Franchi. I Caldei terminano la conquista verso il 58 o. Nel la invadono gli Arabi. Le dinastie Arabe dei Fatimiti, e degli Ommiadi , e più tardi i principi Crociati , vi dominano per il corso di 9 secoli.

I Tur chi la conquistano nel iSiy. Dario Oio re di Persia vi pone anche il fuoco. I Sidoni la ricostruiscono ; Ales sandro le dk un re. Tiro succede a Sidone per il commercio. Nabuc- co cogli Assiri la distrugge. Giosuè succede a Mosè, e gli conduce in Pa- lestina nel i 46 ' 8. La disputano per lungo tempo ai Filistei. Gli Israeliti chiedono nel un re. David gli succede nel Il re di Giuda ricompra il trono con un tributo. Sedecia ricusa nel il tributo. Nabuccodonosor prende di nuovo Ge- rusalemme , e pone un termine anche al regno di Giuda.

Giro permette nel agli Ebrei di ritornare in Palestina, e di governarsi per mezzo dei Ponte- fici. Ricostruiscono il tempio nei 5 o 4. Alessandro ri- ceve gli omaggi del pontefice nel 33 a. La con- quista Antigono re di Siria nel 3 oo. La ricupera Seleuco Filopatore re di Siria nel Vi riescono nel i 3 i.

La nazione offre il trono ad Ircano in ricompensa dei suoi servigj. Tito suo Bglio incenerisce Gerusa- lemme , e disperde la nazione.

Adriano fabbrica sulle rovine di Gerusalemme Elia Gtpitolina. Al tempo di Costantino riprende il nome di Gerusalemme. Nel i Crociati vi fondano una mo- narchia. Saladino la toglie ai cristiani. Resta deBnitivamente ai Turchi nel Gli antichi Greci la chiamavano Mesopotamia , o la terra , che è posta tra i due fiumi.

Ma i coltivatori sono meno attivi che nella vi- cina Sofene. I pascoli vi son doviziosi , e i bestia- mi in gran numero. La vallonea , e la manna son due arti- coli importanti per il commercio. La terra è copert. ORFA Edessa capitale del governo, è situata sul declivio di due colline, e guarnita di mura di pietra. Le case sono ugualmente di pietra , e terminano cou un terrazzo invece di tetto. Vi fabbricano tele di cotone , vi preparano superbamente i marrocchini , e gli tingono in giallo; lavorano in oro, e in argento.

Il commercio ne trae inoltre grano , orzo , fave , ceci , e fagioli. Il resto della Mesopotamia è un deserto nudo, e uniforme. Le palme vi prosperano unicamente sulle rive dei Gumi. Le gazzelle, gli struzzi, e le lepri vanno errando per le sue solitudini.

Il leone le attende al varco tra i giunchi presso i lumi. Le sue case sono sparse tra le vigne , i bos- schetti di palme , i limoni , gli aranci , e gli albi- cocchi. Le sue case son tutte di mattoni , tutte sparse fra i giar- dini, e quasi tutte a 2 e 3 piani; occupano una linea di 2 miglia sul fiume. Vi son due belle mos- chee. La Mygdonia è un paese delizioso. I Greci la chia- mavano Mygdonia la fiorita.

In fatti le sue colline son sempre ornate di verdura, e di fiori. I suoi pascoli doviziosi nutriscono numerosi bestiami grossi, e minuti. Vi raccolgono grani, e riso, e tutti i fnitti delicati della Caldea. I primi preparano i più bei marroc- chini gialli del paese. Gli altri si cousacrano alla vita pastorale.

I monti isolati del Sinjar, Sangrades che domi- nano sulle pianure aride del deserto , e si esten- dono tra Mosul , ed il Khabur , son riccamente guarniti di palme dai datteri , di fichi , meligrani , susini , gelsi , e vigne. Sono circa 10 , Vivono in tante caverne dentro i monti , e pagan tributo ai prin- cipi Kurdi, i quali gli proteggono , perchè ne traggono i migliori soldati della contrada. Vien riguar- dato come il capo spirituale di tutta la nazione. Vi accorrono allora in numerose caravane anche gli Yezidi del Diai-bekir, e del Kurdistan.

Mcrdin, Mosul, e Bagdad ricevono dagli Yezi- di del Sinjar fichi , susine , melegrane , e datteri , che raccolgono in gran quantità sui monti, nei quali vi- vono. Il territorio di Merdin è coperto di vigne , pistacchi , mandorli , ciliegi , susini , albicocchi , pee chi , meli , peri , terebinti , e gelsi.

Vi raccolgo no molto grano, molto orzo, saggina, cotone, e ta- bacco. La vasta pianura di Kamput contiene più di villaggi. Vi raccolgono gran quantità di coto- ne , grano , orzo , fave , sesamo , riso , lenti, ci- polle , ed albicocche preziose.

Vi educano i bachi da seta. La saggina rende in tutta la Sofene il 5 o. Quindi ne danno anche ai bestiami. Occupa un recinto di 7 miglia. È guarnita di mura di pietra. Le abitazioni dei grandi son va- ste, e belle, e ornate di giardini, e di vasche. Ve ne restano Tra le sue molte e belle moschee tiene il primato T antica cliiesa di S.

Giovanni, la quale racchiude più di 3oo colon- ne. Fabbricano a Diarbekir balle di stoffe di seta e cotone, e balle di tele, di cotone rosse, e vi preparano marroccbini rossi superbi. Le coucie sole v'impiegano più di lavoranti. Le tintorie vi consumano 3ooo libbre di scammonea, e 3o,ooo di robbia. Il commercio ne riceve inoltre molto rame delle minie- re vicine, e tutta la vallonea , che vi portano dal Kurdistan. Il forte , che la difende , resistè per sette anni all' armi di Tamerlanc. Fabbricano a Merdin stoffe di seta , drappi di seta e oro , scialli di lana , e fusciacche di cotone , e di seta, preparano marrocchini rossi , e gialli.

Merdin si tro- va presso la grande strada , che conduce da Mosul a Diarbekir , a Orfa, a Aleppo , a Damasco. Quindi prende una parte molto attiva nel commercio dei pae- si vicini. MADEH la piccola è situata tra i monti , ed i pre- cipizi , a i8 miglia da Diarbekir ; ha aooo case e 12, abitanti.

Le miniere di rame ne impiegano più di looo. Il gran Zarb tributario del Tigri, c i primi monti del Zagros dividono il governo di Mosul dal Kurdistan. Sulla riva del Ti- gri si estende da Mosul sino a Kifri. Vi raccolgono molto grano , orzo , riso , cotone, sesamo , ricino, e vino. Le sue pianure riuniscono tra gli alberi fruttiferi meligrani, fichi, noci , albicocchi , peschi, susini, datteri , aranci, cedri, e pistacchi.

Le praterie di Mosul nutriscono numerosi armenti. Il cielo è sempre sereno da marzo a ottobre. La notte in estate è fresca, il giorno caldo oltre misura , ma vi si respira sempre un aria salubre. Vi son molti grandi edifizj , molte belle moschee , i5 alberghi per le caravane, vasti basar! È guarnita di mura , e di bastioni. Vi si passa il Ti- gri sopra un ponte di battelli , che si congiunge ad un ponte di pietra di 16 archi. Le strade son meschi- ne , mal tagliate, e mancano quasi tutte di lastrici.

Il calFè di Moka , e gli ar- ticoli della Persia vi vanno ugualmente per la via di Mosul. Gli Yezidi del Siujar , i Kurdi , gli Armeni del Kurdistan, gli Arabi della Mesopotamia vi por- tano le derrate dei paesi , nei quali risiedono.

Gli abitanti di Mosul fabbricano molte tele di cotone , stoffe , e drappi di seta ; preparano a perfezione i marrocchini. Le tele vanno in parte ad Aleppo , colla vallonea, e le gomme, e da Aleppo a Marsilia io. La conoscevano fra gli antichi Strabono, Senofonte , Plutarco , ed Àmmiano.

I rami inferiori del Zagros si estendono, fiu verso le rive del Tigri. Il sole, che abbrucia ,le pianure della Mesopotamia in estate,, rispetta , sempre i verdi prati, nei quali vaOj pascolando gli armenti numerosi dei Kurdi.

Nel tèrtitorio di Kerkuk prendono cura dei bachi da seta. Tre governatori Turchi risiedono a Sherashul , a Kkoi , a Zakho ; tengono in armi in tutti 4o,ooo uo- mini, fra i quali ao,ooo Àrabi. Vi sono ao,ooo abitanti. Vi depositano il tabacco, e la val- lonea di tutto il Kurdistan per il commercio. Le attribuiscono 36,ooo abitanti. Le sue case son tutte di lava. Vi sono terra, e s4oo abitanti. Vi fabbricano parecchie coperte di lana per il commercio.

La difende una numerosa guarnigione di giannizzeri , che vengono da Costan- tinopoli. Le sue case sou di ter- ra , e di mattoni inariditi al sole , e quasi tutte a due piani. Quivi nacque il primo impero della terra. Quivi il giovine Ciro , ed il giovine Alessandro distrussero due monarchie colossa- li nel giro di pochi mesi.

La gran differenza di clima pren- de origine dalla gran differenza, che esiste neir al- tezza delle due terre. Del resto la Caldea è una pianura magnifica. Po- che aecpie bastano per Coprirla di tutti i tesori della vegetazione.

Il sole la inaridisce in estate ; il suo cielo è allora di fuocx. Yi raccolgono in tutti i giardini lenti, piselli, fagioli, fave, cavoli, sedani, cipolle, cetrioli, poponi, cocomeri, sesamo. Il gelso bianco vi riesce a perfezione col gelso nero, e colla quercia dalla vallonea. Nelle terre ricche di pascoli tengono molti be- stiami grossi , e più che altro cavalli , e bufali.

Le vacche vi somministrano fin 22 piote di latte al gior- no. I bovi , i bufali , ed i cammelli sono impiegati per r agricoltura e per i trasporti. Le pecore dalla grossa coda per il nutrimento vi vengono di fuori per mez- zo dei Kurdi , e degli Yezidi. Nelle classi inferiori si nutriscono anche di carne di di cammello. Un bel ponte di pietra le unisce insieme. Occupano un recinto di 8 miglia. Le case son di mattoni , e di terra , e solamente a 2 piani.

Le strade più grandi sono ornate di vasti e doviziosi basari , nei quali ri- siedono unicamente i negozianti, e gli artigiani. Vi sono molte e superbe moschee. La vecchia Bagdad esiste da più di la secoli. I musulmani vi accorsero iu gran numero dalla Siria , dalla Persia , dalla Meso- potamia. Impiegarono nei suoi edifizj molti mate- riali raccolti tra le rovine di Babilonia , di Seleucia , di Ctesi fonte. Vi fabbricano stoffe a righe ed a fiori di seta pura , e di seta e cotone , tele di seta per le ca- micie degli Arabi , fazzoletti di seta , tele di cotone per il vestiario delle donne , e delle classi inferiori , e per materasse , e coperte , panni per vestiario , vel- luti di seta a righe per guanciali, e sofà, tappeti, vetrami , e sapone , preparano marrocchini , lavorano in oro , argento , e rame , e tingono superbamente le tele.

Il commercio di Bagdad per terra è veramente pro- digioso. Due caravane di Tatari con i5o a aoo muli partono ogni anno da Bagdad per Cpstantinopoli , e impiegano 4 mesi per giungervi. Bagdad è situata in un territorio ripieno di giar- dini , e di boschetti di palme. Una tribù di ia,ooo Arabi risiede nei contorni, e guida ai pascoli numerosi armenti per la pianura. Gli Arabi sparsi sulle rive del Shat-el-Arab danno a richiesta un corpo di 10, uomini a cavallo.

Le rendite del governo ascendono a , lire; il governatore ne paga appena 1 , alla Porta. La torre di di Nimrod è un avanzo del magnifico tempio di Belo. Vi contano oggi 36,ooo abitanti, e 84 caffià. Quindi gli Arabi la chiamano la piccola Bagdad. Nel la guarni- rono di bolle mura di mattoni tratti dalle rovine di Babilonia. Vi fabbricano stoffe di seta , stoviglie , e fini- menti per cavalli. Il governatore trae una rendita di 35o,ooo lire dalle tasse sui granii il riso, il sale, le concie, e la calce.

Le terre vicine son divise tra prati magnifici , ove er- rano in torme cavalli , bùfali , cammelli , e pecore , e tra i campi di grano , che occupano una linea di miglia. Un principe Arabo domina sulle sue rive. Risiede in un gran campo poco lungi da Kutyj comanda ad una tri- bù di 25, tende, o di i5o,ooo anime. Il suo territorio è ripieno di vigne, palme, limoni, aranci, e albicocchi. Occupa un recinto di 8 miglia colle sue cattive mura di terra ; ma le case non ne riempiono nep- pure un terzo, ed il resto è diviso tra i giardini, i boschetti di palme , i campi di cotone.

Anche e case sou quasi tutte di terra. I Persiani devastaremo Bassura nel , e vi lasciarono appena 1 5 ,ooo abitanti , ma la sua im- portanza commerciale listava per ripopolarla in pochi anni.

Il governatore vi tiene in armi un migliaju di giannizzeri. Madras vi manda tele cotone bianche , ed india- ne delle fabbriche di DanaUm, le prime per la Persia, è P altre per la Turchia. Donne Mature Che Fanno Sesso:: Sesso Con Donne Mature:: L'azione del Circolo Noi, ha organizzato sia sotto il profilo degli elementi che lo individuali di coppia Roma, cerco sono le emozioni forti di una persona giuridica, l'ente l'associazioni che a stento conosciuto parecchie persone che interrompe la condotta volontaria Read More.

Mature italiane porno autobus. Milf italiana scopata italiano cazzo duro - mature lady italian porn style. Fantastico pompino e inculata con italiana. Moglie matura italiana tettona - Porno italiano - milf. Procace ragazza italiana amatoriali sul bus,. Donne mature ha Hot Sex. Incredibile Mature fatti in casa, film porno Tettone,. Porca giapponese si fa scopare. Mia khalifa hot futanari.

Watch Futanari and mia khalifa xxx videos tube porn Futanari and mia khalifa xxx videos hd movie and download. But in case you're unaware of the Lebanese porn star and all the controversy that came with her newfound celebrity, here are some Instagram pics to get you up to speed.

Julianna Vega and Mia Khalifa in one scene. Too big for Mia Khalifa. Big titted Mia Khalifa gets pounded doggy in the chair. Mia Khalifa and Julianna Vega hot ffm threeway.

Czech porno piedi porno. Il pompino della mora porca italiana sul divano - porno italiano milf italian. Troia italiana fa pompino e ingoia la sborrata in bocca. MILF italiana inculata forte anale amatoriale pedegroup. Esposa loira italiana com um negro - Corno Filmando tudo. Film porno Czech Piedi hardcore! Guarda gratis video porno Czech Piedi proprio qui su pedegroup. Milf gratis belle fighe. I buchetti perfetti di una bella indiana.

Donne Italiane Che Scopano:: Solo qui avrai tutto Ragazze italiane scopano con giochi erotici e poi con un cazzo Lesbiche italiane bellissime scopano in cam. Video porno gratis di Donne Mature Solo su Voglioporno puoi trovare tutti i video porno di Donne Mature che ti puoi immaginare.

Little lupe sexy porn. Lupe - virtual sex K views. Little Lupe Fuentes Footjob In. Vittoria risi porno angelina castro.

Nominale porno video, Eva Angelina Castro. Italian anal porn with Vittoria Risi. Film porrno a pecorina. Video porno gratis di Pecorina Solo su Voglioporno puoi trovare tutti i video porno di Pecorina che ti puoi immaginare. Video porno gratis di A Pecorina Solo su Voglioporno puoi trovare tutti i video porno di A Pecorina che ti puoi immaginare.

Fidanzata troia italiana pecora inculata da mio Jessicabitchita - k Views - 5 min. Biondina culona messa a pecorina e scopata con Moana83 - k Views - 9 min. Giovane milf italiana scopata a pecorina dal su Moana83 - k Views - 6 min.

Vecchio porco chiava ragazza eccitata - Old pig Porno Italians. Nonna troia nonne vogliose. Nonna troia italiana fa bel pompino a giovanne. Una vecchia storia part. JuliaReavesProductions - Wilde 60 Ziger - scene 1 - video 1 asshole brunette cute pussyfucking bigti. Mature Granny italian - nonna vogliosa di cazzo duro Matura italiana.

Sappiamo tutti cosa è un Milf, ma cosa succede quando una vecchia signora vuole scopare? Belen rodriguez porno orgia amatoriale. Belen Rodriguez ci mostra il suo video fatto in casa, in cui la possiamo vedere mentre fa sesso con il suo fidanzato. Questa bruna desidera essere penetrato.

Un bel filmino porno casalingo con un'inculata. Film porno italia fotopiccanti. Un po l'oggetto delle rubriche rosa vibratore gratis di infermiere porno gay gratis albonico Porno giapponese animato - Film erotico cinese. Porno trans italiano www porno. Morgana e Nico mascherine Porno casting italiano. Bionda italiana succhia cazzone - porno italiano. Anale italiano - Mora scopata a pecora. Transex italian - transessuali in porno italiani.

Transex italian - transessuali in porno italiani shemale, trans, transex, shemale italian, brazilian, trans, trans brasiliane. Guarda video porno Trans Italiana gratis, qui su pedegroup. Scopate ita porno italiano mature. Moglie Matura italiana - mature italian wife - scopate italiane - porno italiano, free sex video. Italian slut fucks mom with son - mamma italiana troia scopa con figlio italia. Moglie Matura italiana - mature italian wife - scopate italiane - porno italiano.

Mature women hunting for young. Moglie Casalinga scopa sul divano - Amatoriale italiano. Moglie infedele italiana vogliosa di cazzo - Italian cheating wife cock craving. Bull si scopa sulla sedia moglie matura del cornuto. Moglie Matura italiana - mature italian wife - scopate italiane - porno. Video porno malena firstanalquest. Solo qui avrai tutto il porno gratis di qualità che pedegroup.

: Lesbienne pied escort girl gien

Porno lesbienne annonce annecy 473
Film de cul wannonce angouleme Un popolo in- dustrioso la cangorebbe in un giardino magico. Added on 22 January 6: Oggi le sue vere ricchezze nel regno minerale sono il rame di Mairanla terra giallaed il ferro. Cassini, Thury, de la Calilee Maraldi anal français escort corse presero una terza misura in Francia. Si riuniscono sotto il nome di Bar- radagiungono al borgo di Maksanlarge porno call girl strasbourg 6 miglia da Damascoe si dividono in 7 rami.
Gros seins porn escort a metz 147
Lesbienne pied escort girl gien 83

Tigrane , alleato del gran Mitidrate , si estende nella Siria, e nella Me- aopotamia. Augusto glie- lo toglie. Nerone la cede a Tiridate re dei Parti , ed i suoi succes- sori vi ragnano in nome di Roma. La conquista Cosroe re di Persia , a tempo di Foca.

Gli Arabi la iuvadouo sotto Cos- tantino li , la perdono , la ricupcrauo sotto Costan- tino Pogonate. Gli Arabi la riconquistano nel per riperderla. Giovanni Comneno né riconquista una parte. Thoros nel iiSg gli rende omaggio. Melier fratel- lo di Thomas si unisce al sultano Noradino , e spo- glia il fratello. Livon prende il titolo di re nel Costante , tutofe di Boemon- do , usurpa la corona nel e la lascia morendo al proprio figlio Alton.

Ai tenipi di Tacilo esercitavano il me- stiero di corsari nel mar nero. Son divisi in due orde. Gli Abessi Turchi coltivano la terra , raccolgono grano , orzo, e miglio.

MAMAi sul mar nero ha nn piccolo porto , e aSoo abitanti. Ricevono molto sale dalla Crimea, vino da Sinope, e da Tarabosan, marrocchini ros- si, gialli, e neri da Costantinopoli, e dalla Crimea, vacchette di Russia dalla Crimea, minutaglie, fuci li , pistole , pugnali , indiane , mussoline , tele di ca- napa , e di cotone , stoffe di seta di Scio , pochi panni, sapone , zafferano e schiavi.

Vi raccolgono ulive, pere, mele, prugnole, melecotogne, noci, castagne. Vi educano molti bachi da seta. Il principe paga tributo alla Porla. I battelli della Crimea lo provvedono di pesce salato. Vi sono 3 o,ooo abitanti, oltre una compa- gnia di giannizzeri. È difeso da 80 cannoni, e da una guarnigione di giannizzeri. Digitized by Google C. Il forte dWkalsiké, da cui trae il nome, e in cui risiede il governatore, è difeso da cannoni, e da 2 compagnie di giannizzeri. La città ha i5,ooo abitanti.

Vendono un poco di seta, a5o,ooo libbre di cera , molto miele , pelliccie , pel di cammello , lana di pecore , cotone, e schiavi. Gli Arabi la chiamano Bahr-el Sham, o il paese della sinistra , perchè è situata alla sinistra del tempio santo. Le sue acque servono utilmente ad irri- gare i campi vicini.

Prende origine sulle cime del Casius nel Libano, riceve diversi ruscelli' tributar , che discendono dal monte Amanus , e versa le sue acque nel mediterraneo, dopo un corso di miglia. A un miglio più oltre , il Giordano passa sotto un ponte di 3 archi , che è lungo piedi , e che si chiama il ponte di Giacobbe, quindi attraversa il lago di Genesareth , e infine si perde nel mar morto dopo un corso totale di miglia.

Oc- cupa una terra di miglia quadre. Il Tabarié abonda di granchi , ma i Tur- chi gli lasciau vivere iu pace. Le cime del Libano , sempre ingombre di nevi , diffondono un fresco delizioso , e salubre nelle terre centrali.

I montanari lasciano le capan ne sepolte fra le nevi m dicembre , ed un viaggio di poche ore gli conduce sotto il cielo tiepido della costa. Ma ad onta di tante differenze nel clima , il cielo è sempre se- reno iu tutta la Siria , fuori che sulle coste in estate.

Le acque limpide, che discendono dai monti , vi difTondono la vita nei cam- pi inariditi dai raggi del sole. I piccoli susini allignano in sui dirupi del Li- bano , i datteri della Mecca vi son per tutto , i ichi aon preziosi , come a Marsilia , le banane di Beiruth son più saporite di quelle di San Domingo.

La ruta odorosa si annida nei contorni di Damasco. Vi restano ancora 5 o 6 cedri magnifici. Il ferro abonda nei monti del Kesruan , e dei Drusi. La Siria riunisce nelle sue terre tutti i nostri ani- mali domestici, ed inoltre bufali, cammelli, e peco- re dalla gran coda. Tra gli animali devastatori , le cavallette tengono tin funesto primato nella Siria, come in Arabia,, e in Egitto. Sulla costa Laodicea prosperava per il com- mercio. Damasco non si citava che per i suoi giardini deliziosi.

Eliopoli andava su- perba del suo tempio. Tutto è cangiato nel corso dei tempi. Vi tengono in cultura le sole terre i Compresa per la Palestina. I monti son divisi tra le vigne, i gelsi, gli ulivi, ed i fichi. Gli armenti dei Tur- comanni , e dei Kurdi vanno errando nei prati. Tutto il governo conteneva una volta villaggi. Il governatore trae una rendita di , lire dalle terre, di 1 00, lire dalla raccolta del vino, di , lire dal commercio, dai pascoli, dalle saline del Dgehal.

Le strade sono strette , ma ben lastricate. La folte, verdura dei cipressi vi fa im piacevole contrasto colla bianchezza delle torri , e delle moschee. I viaggia- tori vi ammirano una gran piazza di , piedi Digitized by Google SIRIA quadri , un superbo obelisco Egiziano di granito rosso, e la cisterna costruita al tempo di Costantino , la quale racchiude nel suo recinto un salone sostenuto da aia colonne.

Costantinopoli, com- presa la guarnigione, i 5 ,ooo Siriani, i 5 oo Maro- niti-, 12, Greci, 16, Ebrei ed Armeni. II territorio di Aleppo è un giardino. Vi contavano nel AVII secolo più di 3 oo villaggi. Il suo territorio è è ricco di gelsi. Quindi vi raccolgono molta seta , oltre un poco di tabacco , e molti frutti. Le colline son coperte di vi- gne, fichi, gelsi, ed ulivi, le valli son divise fra i campi , ed i giardini , nei quali i gelsi bianchi si con- fondono coi meligrani, e le viti.

Vi passano le numerose caravane di Aleppo. Vi sono unicamente ' abitanti, fra i quali famiglie di Greci, che vivono in tante piccole case di pietra a un piano solo. Le case costruite sul decli- vio di due rupi divise da un burrone , cbe si pre- cipita in una valle angusta, e profonda.

Mille piccole sorgenti serpeggiano in- torno alle case , e par che de vano inondale. Nei contorni si confondono insieme ville, bosclii , mulini, vigne, giardini, e nei giardini peschi, albicocchi, fi- chi , meli superbi , e gelsi. La vegetazione si spiega magnificamente nei monti del Casius , fra Afeppo , ed Alessa nd retta.

Ivi si mo- strano superbi, fra venti gruppi di piccoli villaggi, ulivi , gelsi, fichi, ginepri, abeti, larici, quercie, bos- soli, allori, mirti, e tassi. Le sue case son tutte di pietra , e disposte a guisa di anfiteatro. Le strade son coperte di vetrate. Vi fabbricano molte stoffe di lana, e tele di cotone stampate j preparano marrocchini gialli, e rossi, e confetture di mandorle, il tutto per il commercio con Aleppo. Vi fabbricano una quantità prodigiosa di tonache di lana , delle quali si vestono tutti gli Àrabi.

Gli ulivi , i gelsi , e in molti punti anche la vite , pro- sperano a meraviglia sui monti. Le sue case son di terra , o di mattoni inariditi al sole , e son coperte di cupole tutte bianche. Si riuniscono sotto il nome di Bar- rada , giungono al borgo di Maksan , a 6 miglia da Damasco , e si dividono in 7 rami.

Il ramo di Kanavat entra nella capitale , e le sue acque si dif- fondono per un gran numero di condotti in tutti i fpurtieri , nelle fonti pubbliche , nei bagni , negli al- loggi delle cara vane , e nelle case. Damasco vanta tra i suoi belli edifizj molte moschee , otto sinago- ghe , e varie chiese di Greci, Maroniti , Armeni, e S. La gran moschea è una vera me- raviglia. Ogni navata della moschea è lunga 4 oo piedi.

I magazzini delle stoffe di seta son depositi immensi. Vi soao in Damasco più di fabbriche di stoffe di seta. Le concie, e le fabbri- che di sapone impiegano più di lavoranti. Il cuo- io, ed i marrocchini passano agli Arabi , che risie- dono nelle pianure inculte della Siria.

La sua po- polazione, compresi i sobborghi , eccede sicuramen- te a8o,ooo abitanti. Nel paese la valutano a 4 oo,ooo. Vi sono ao,ooo Cattolici, 5 ooo Cristiani di. Partono ogni anno in tempo di pace in numero di 35 a 4 o,ooo. Damasco è allora la più bella fiera del mondo. Tengono la via del deserto. Vi peri- scono ordinariamente 8, o 10, cammelli. Cosi Damasco fk un commercio este- so anche per mezzo delle caravane della Mecca.

Vi arrivano in un mese. Le case sono interamento di pietra nel primo primo , e di mattoni inverniciati nel resto. Nei sobborghi terminano in cupole come a Damasco. Vi sono più di , abitanti , tutti Arabi ad ecce- zione di pochi Cristiahi , Turchi, ed Elbrei. Le fabbriche di stoffe di seta , e di tele di cotone vi sono ugualmente in fiore. Quindi gli noveravano tra le nazioni Fenicie. Vi cercheremmo inutilmen- te una miglior divisione ai nostri giorni.

La sua fertilitk naturale corrispon- de alla descrizione degli storici Ebrei. Vi cresce in ahondauza il più bel grano di tutta la Siria. Ogni collina ha un villaggio popolato, o deserto. Le case 8on tutte di basalto. Molte famiglie di Maronili , e di Drusi risiedono nei monti. I Greci lo chiamavano con ragione Celesiria Siria infuocata. Conser- va tuttora gli avanzi colossali del tempio incompa- rabile del sole in Balbek , Eliopolis alla quale re- stano oggi appena laoo abitanti 8 anni prima del terremoto ne contava 5ooo.

Vi coltivano un poco di granturco, e di cotone, e pochi cocomeri. Coltivano molto tabacco per il commercio. È ricco di pesce. I monti lo cingono da ogni parte , ed il Tabor vi tiene il primato. La valle per la quale si aggira il Giordano abon- da di pascoli ; verso Gerico è coperta di sale , e di piante alcaline, che gli Arabi riducono in cenere , per le fabbriche di vetrami , e sapone.

Un fuoco distrut- tore si nasconde nelle sue terre. Vivono nella più perfetta concordia. I musulmani risiedono sulle altu- Digitized by Google i! È situato in vicinanza del monte Carmelo.

Raccolgono nel suo territorio grani , uva , e coco- meri superbi , e vi educano i bachi da seta. La strada , che conduce da Naplusa a Gerusalem- me , attraversa un territorio magnifico.

La vegetazione vi si mostra per fin sulle rupi. Vi raccolgono nei cam- pi molto grano , granturco , orzo , lino , tabacco , cotone, e frutti. Quando vi piove molto si cuopre della più bella vegetazione, e vi prosperano a meraviglia grani, e legumi. Gli agri- coltori vi raccolgono molto granturco , orzo , sesamo , fave, cotone, tabacco, cocomeri, cetrioli.

I rosmarini aromatici vi germogliano per tutto. Il vino dei contorni di Betlemme è delizioso. Le pernici errano a torme pei boschi. YAFA Jopiw città piccola con porto mediocre sul mediterraneo ha oggi più di 8ooo abitanti. È guarnita di bastioni , di torri , e di numerosa arti- glieria.

Vi risiede una guarnigione Turca. Le sue case son tutte di pietra ; molte terminano con un terrazzo, invece di tetto.

Le strade son larghe, ma non lastricate. Il suo porto riceve solamente i pio coli battelli. Vi prendon terra i pellegrini, che vanno a Gerusalemme per la visita dei luoghi santi. Gli ulivi vi si moltiplicano , come i noci fra nei. Le facciate delle sue case son quasi senza finestre, gli edifizj pubblici son tutti di marmo. Vi son molte moschee. Gaza è cinta di giardini sopra una circonferenza di 16 miglia. I meligrani, e le palme vi si confon- dono cogli aranci , e gli ulivi.

Dipende da un governatore Arabo. Tan- to i sepolcri , che le cappelle, nelle quali si trovano. Ye gli mandano di tanto in tanto i sultani di Costantinopoli. Gli Arabi vi coltivano , e vi filano il cotone per le fabbriche di tele di Gerusalemme, e di Gaza, fan- no molto sapone per il commercio , lavorano superba- mente in vetro , tanto in vasi , che in ornamenti , per Costantinopoli.

Le rupi vi son rosse come il fuoco. Non vi germoglia neppure il musco. Una barriera di monti nudi la cinge da da tre lati.

Le sue strade son diritte, e ben lastri- cate , in molti punti guarnite di marciapiedi , ma strette , per conseguenza oscure , e tutte più o me- no in declivio. Le case son quasi tutte di pietra a a e 3 piani , con poche , o punte finestre nella fac- ciata ; quindi somigliano a tante prigioni.

La sua po- colazione permanente è oggi di 36,ooo abitanti, sen: Il solo convento di Terra Santa ne compra ogni anno per più di 60, lire , ed i conventi dei Cofti , degli Arme- ni, e dei Greci ne prendono per più di aoo,ooo lire. Il pellegrinaggio dei Cristiani è un ramo di sus- sistenza per gli abitanti di Gerusalemme come lo è il pellegrinaggio dei musulmani per gli abitanti della Mecca.

I pellegrini restano a Gerusalemme, da no- vembre sino al termine delle feste di pasqua. Abitano in gran parte nei conventi. Lasciano nella città più di 3,, lire in numerario. Nel la caravana non oltrepassava i 5 oo pel- legrini.

Nel ve ne contarono circa La cupola è illuminata da 3 file di lampane. La corte nella quale si trova , è lunga 1 3yo piedi , e larga , quindi cuopre una terra di i,i5y,65o pie- di quadri. Si entra nel primo per 9 porte. Sei file di pila- stri , e di colonne lo dividono in y grandi navate. Vi si ascende per 8 grandi scale. Tutto il pavimento è di marmo. La cappella, che si erge Digitized by Google i64 finii nel suo centro è un ottagono di piedi di ciceoo- ferenza. Le rupi, presso le quali si precipitano Tacque del torrente Cedron , son piene di cappelle , e di se- polcri degli antichi profeti.

I Cristiani , ed i musul- mani le visitano divotamente. I musulmani sostengono, senza ridere, che il monte Uliveto contiene le spo- glie mortali di 73, profeti!!! Vi sono 36 oo abitanti, fra i quali circa Cristiani cattolici. È diviso in tre conventi , nei quali abitano 3o religiosi Greci, Cat- tolici , ed Armeni. A i3 miglia di distanza il mar morto cuopre una valle di SaG miglia quadre.

Il territorio di Tripoli è un giardino. Vi raccolgono poca uva. Vi raccolgono poponi, cocomeri , melingiane , bammie , tutti i legu- mi , é tutti i frutti delicati della Siria. Vi ctdtivauo nelle terre pietrose orzo , e tabacco , nelle pianure grano, soprattutto nel Bekah, ove ne raccolgono mol- lo.

Coltivano in grande il gelso , e la vite. Il gelso vi cresce. La seta è venduta a Beiruth. Vi coltivano in grande il gelso, come in tutto il resto del Libano, e raccolgono molto grano.

Vi son poche vigne. I monti dei contorni di Gesser son guarniti di mirti , corbezzoli , querele , e "piante dallo storace. La valle di Gesser è un vero giardino. Vi raccolgo- no mollo grano, orzo, cotone, scammonea , legumi , e frutti, fra i quali albicocche squisite. La popolazione del goveruo di Tripoli è un mi- scuglio di 5 nazioni.

II goaemo rende 25 oo,ooo lire, senza i tributi dei montanari. In estate vi regna un caldo micidiale. Quindi gli Europei si ritirano allora nelle ville del Libano. Vi preparano molto sapone per il coirimercio. A dispetto del cliinrf insalubre, che vi regna in estate, gli abitanti indigeni dormono allora sui terrazzi. Vi son abitanti. Vi raccolgono nelle piàtuire vicine grano , codone , uva , e quasi tutti i nostri legumi.

La rendita è di A 5 oo,ooo lire senza i- tributi dei Motuali , e dei Drusi. La Stola tassa sullé derra- te , che vanno in commerdo, producila per appalto nel i 25 o,ooo lire. Deve i suoi magnifici edifizi , e le fortificazioni che la difendono, al famoso Dgezar, che la governava Digilized by Google SIRIA lispolicamcnie sul finire del secolo. È situata alle falde del monte Carmelo, e gviamita di 3 ordi- ni di mura. Le case son quasi tutte di pietra , e a 3 piani j le strade son larghe , benché nOn lastricate.

La gran moschea lavoro di Dgezar rassomiglia più ad un palazzo di delizia, che ad un luogo di preghiera. Tutto vi è magnifico, i portici, le gallerie, le cupole. La seta passa al Cairo , a Damasco, ad Aleppo. Le sto- viglie di terra si vendono su- tutta la costa. Nei sobborghi di Beiruth ogni casa ha un giardino.

Vi sono 12, abi- tanti. I grandi 'basti- menti gettano V ancora a un miglio di distanza presso uno scoglio. Seida è il centro del commercio fra Damasco , e la Siria interna. Vi abitano fra gli Europei i soli Francesi.

Vi portano circa balle di panni, ed altri articoli per il valore di i 5 oo,ooo lire. H suo commercio , una volta. Digitized by Google SIRIA j;a so, si riduce a poclie sacca di cotone, a poco grano, e tabacco, chfe vengono a prendervi i Greci per i nego- zianti di Sejda.

La popolazione della Siria è un miscuglio di più di 20 nazioni. Tra i popoli sedentarj i Siro-Greci ten- gono il primato. I Maroniti risiedono nel distretto di. Kesrùan governo di Tripoli tra Dgebal, e il Nahrel-kelb. Kiconoscono per fondatore un solitario. Quando venne a morte , gli inalzarono una cappella, e poco dopo. Quindi non tardarono ad unirsi coi ribelli , i quali acconsentirono di buon grado a prenderne il nome. Al tempo delle Crociate abi- tavano nelle terre , che occupano anche oggi.

Amurat JU gli rese suoi tributar] nel 1 Resero dopo omagp- gio alla Porta. Raccolp;ono grano, vino, e cotone per il commercio con Tripoli. Possou met- tere in armi al bisogno 38, uomini. Sono in numero di , Al tempo di Pompeo ,. Biblos , e Berytus. I Drusi stanchi di soffrire lo consegnano ai Turchi, che lo sti'angolano nel i63i.

I principi Dmsi riconoscono oggi la Porta. Il paese in cui abitano , ,è più popolato , che non si crederebbe. Educano i bachi da seta. I Drusi occupano sulla costa un tratto di 36 miglia , dal fiumicello Damur fino a Dgebal.

La bella valle di Bekah è chiusa tra il Libano , e r Antilibano. La percorre tutta il Khasmiè , die discende da Balbek, e si perde nel mare a tre mi- glia da Tsur, dopo un corso di 68 miglia. Vi sono 16,, abitanti , fra i quali pochi Greci.

I Na'sarieni risiedono nei moitf. Vi abitavano anche al tempo di Pli- nio. Discendono dagli antichi Sirj montanari. Colti- vano grano , orzo, granturco, e. Si provvedo- no di bestiami tra gli Arabi, ed i Kurdi , che vanno errando per le pianure di Tripoli. Discendono so- vente a Tripoli , a Hamalh , a Latakié , e vi vendo- no seta , cotone , olio , e frutti secchi. Abitano in 80 villaggi. Obl cdiscono a tre principi tributarj del go- verno di Tripoli.

Pagano alla Porta un tributo di a 5 o,ooo lire. Discendono dagli Aramei, il po- polo pifi antico della Siria. Son divisi in due U-ibù , i Suedaiiis , ed i Ke: E la capitale della na- zione. Tutto il territorio deeli Ismacli contiene 18 villaggi. Educano i bachi da seta, e prendon cura del- Papi. I Turcomanni- risiedevano un giorno sulle rive del Caspio.

Ten- gono cammelli , bufali, tiapre, un gran numero di pecore dalla grossa coda. Provvedono di carne tutti i macelli dei paesi viciiii , e prendono in cambio articoli di vestia- rio, grani, e denaro.

Benché divisi in molte tribù indipendenti , spesso an- che nemiche, appartengono tutti ad una sola nazione, di cui r origine risaie fino ad Yarab , uno dei discen- SIRIA.

Jfei paesi , ove la terra si presta alla cultura , sono anche agricoltori , ed uniscono il pane , ed il riso agli alimenti dei popoli pastori, alla 'carne, ai datteri , ed al latte. Gli A- rabi erranti del deserto della Siria trafficano colle sue città , soprattutto con Damasco. Qualcuno vende per 12 a i 5 ,ooo lire. La sicurezza delle cara vane dipende dalla buona inlelligenza , che regna tra i principi degli Ana- seh , ed il governatore di Damasco.

Riceve una retribuzione in contanti dal go- verno di Damasco per non- inquietar le caravane. La tribù di Szirhan, che ha 60, anime vive in compagnia della tribù di Szaher.

La tribù di SzaJit. La tribù di Shararath, che ha a 5 o,ooo anime, erra coi suoi numerosi bestiami da Thuk sino a el-Safad , e a Hoddrusch. La tribù di Naim, che ha 5 o,ooo anime, percor- re il territorio di Gutha, i contorni di Damasco, e di Homs. Ob- bedisce a parecchi piccoli principi; tiene molti be- stiami, coltiva la terra, paga un tributo di pe- core al governo di Damasco.

Totale 3 1,3 16 , 5 Fabbri- cano belle stoffe di seta, tele di cotone, chicchere , e piattini da caffè , ornamenti , e finimenti per cavalli , tappeti, armi, e pipe. Quasi tutto il commercio si concentra nelle mani dei Greci , degli Aimieni , degli Ebrei, dei Franchi. I Caldei terminano la conquista verso il 58 o. Nel la invadono gli Arabi. Le dinastie Arabe dei Fatimiti, e degli Ommiadi , e più tardi i principi Crociati , vi dominano per il corso di 9 secoli. I Tur chi la conquistano nel iSiy.

Dario Oio re di Persia vi pone anche il fuoco. I Sidoni la ricostruiscono ; Ales sandro le dk un re. Tiro succede a Sidone per il commercio. Nabuc- co cogli Assiri la distrugge. Giosuè succede a Mosè, e gli conduce in Pa- lestina nel i 46 ' 8. La disputano per lungo tempo ai Filistei. Gli Israeliti chiedono nel un re. David gli succede nel Il re di Giuda ricompra il trono con un tributo. Sedecia ricusa nel il tributo. Nabuccodonosor prende di nuovo Ge- rusalemme , e pone un termine anche al regno di Giuda.

Giro permette nel agli Ebrei di ritornare in Palestina, e di governarsi per mezzo dei Ponte- fici. Ricostruiscono il tempio nei 5 o 4. Alessandro ri- ceve gli omaggi del pontefice nel 33 a. La con- quista Antigono re di Siria nel 3 oo. La ricupera Seleuco Filopatore re di Siria nel Vi riescono nel i 3 i.

La nazione offre il trono ad Ircano in ricompensa dei suoi servigj. Tito suo Bglio incenerisce Gerusa- lemme , e disperde la nazione. Adriano fabbrica sulle rovine di Gerusalemme Elia Gtpitolina. Al tempo di Costantino riprende il nome di Gerusalemme. Nel i Crociati vi fondano una mo- narchia. Saladino la toglie ai cristiani. Resta deBnitivamente ai Turchi nel Gli antichi Greci la chiamavano Mesopotamia , o la terra , che è posta tra i due fiumi.

Ma i coltivatori sono meno attivi che nella vi- cina Sofene. I pascoli vi son doviziosi , e i bestia- mi in gran numero. La vallonea , e la manna son due arti- coli importanti per il commercio. La terra è copert. ORFA Edessa capitale del governo, è situata sul declivio di due colline, e guarnita di mura di pietra. Le case sono ugualmente di pietra , e terminano cou un terrazzo invece di tetto. Vi fabbricano tele di cotone , vi preparano superbamente i marrocchini , e gli tingono in giallo; lavorano in oro, e in argento.

Il commercio ne trae inoltre grano , orzo , fave , ceci , e fagioli. Il resto della Mesopotamia è un deserto nudo, e uniforme. Le palme vi prosperano unicamente sulle rive dei Gumi. Le gazzelle, gli struzzi, e le lepri vanno errando per le sue solitudini. Il leone le attende al varco tra i giunchi presso i lumi. Le sue case sono sparse tra le vigne , i bos- schetti di palme , i limoni , gli aranci , e gli albi- cocchi. Le sue case son tutte di mattoni , tutte sparse fra i giar- dini, e quasi tutte a 2 e 3 piani; occupano una linea di 2 miglia sul fiume.

Vi son due belle mos- chee. La Mygdonia è un paese delizioso. I Greci la chia- mavano Mygdonia la fiorita. In fatti le sue colline son sempre ornate di verdura, e di fiori. I suoi pascoli doviziosi nutriscono numerosi bestiami grossi, e minuti.

Vi raccolgono grani, e riso, e tutti i fnitti delicati della Caldea. I primi preparano i più bei marroc- chini gialli del paese. Gli altri si cousacrano alla vita pastorale. I monti isolati del Sinjar, Sangrades che domi- nano sulle pianure aride del deserto , e si esten- dono tra Mosul , ed il Khabur , son riccamente guarniti di palme dai datteri , di fichi , meligrani , susini , gelsi , e vigne.

Sono circa 10 , Vivono in tante caverne dentro i monti , e pagan tributo ai prin- cipi Kurdi, i quali gli proteggono , perchè ne traggono i migliori soldati della contrada. Vien riguar- dato come il capo spirituale di tutta la nazione. Vi accorrono allora in numerose caravane anche gli Yezidi del Diai-bekir, e del Kurdistan.

Mcrdin, Mosul, e Bagdad ricevono dagli Yezi- di del Sinjar fichi , susine , melegrane , e datteri , che raccolgono in gran quantità sui monti, nei quali vi- vono. Il territorio di Merdin è coperto di vigne , pistacchi , mandorli , ciliegi , susini , albicocchi , pee chi , meli , peri , terebinti , e gelsi. Vi raccolgo no molto grano, molto orzo, saggina, cotone, e ta- bacco. La vasta pianura di Kamput contiene più di villaggi. Vi raccolgono gran quantità di coto- ne , grano , orzo , fave , sesamo , riso , lenti, ci- polle , ed albicocche preziose.

Vi educano i bachi da seta. La saggina rende in tutta la Sofene il 5 o. Quindi ne danno anche ai bestiami. Occupa un recinto di 7 miglia. È guarnita di mura di pietra. Le abitazioni dei grandi son va- ste, e belle, e ornate di giardini, e di vasche. Ve ne restano Tra le sue molte e belle moschee tiene il primato T antica cliiesa di S.

Giovanni, la quale racchiude più di 3oo colon- ne. Fabbricano a Diarbekir balle di stoffe di seta e cotone, e balle di tele, di cotone rosse, e vi preparano marroccbini rossi superbi. Le coucie sole v'impiegano più di lavoranti.

Le tintorie vi consumano 3ooo libbre di scammonea, e 3o,ooo di robbia. Il commercio ne riceve inoltre molto rame delle minie- re vicine, e tutta la vallonea , che vi portano dal Kurdistan. Il forte , che la difende , resistè per sette anni all' armi di Tamerlanc. Fabbricano a Merdin stoffe di seta , drappi di seta e oro , scialli di lana , e fusciacche di cotone , e di seta, preparano marrocchini rossi , e gialli.

Merdin si tro- va presso la grande strada , che conduce da Mosul a Diarbekir , a Orfa, a Aleppo , a Damasco. Quindi prende una parte molto attiva nel commercio dei pae- si vicini. MADEH la piccola è situata tra i monti , ed i pre- cipizi , a i8 miglia da Diarbekir ; ha aooo case e 12, abitanti.

Le miniere di rame ne impiegano più di looo. Il gran Zarb tributario del Tigri, c i primi monti del Zagros dividono il governo di Mosul dal Kurdistan. Sulla riva del Ti- gri si estende da Mosul sino a Kifri. Vi raccolgono molto grano , orzo , riso , cotone, sesamo , ricino, e vino. Le sue pianure riuniscono tra gli alberi fruttiferi meligrani, fichi, noci , albicocchi , peschi, susini, datteri , aranci, cedri, e pistacchi.

Le praterie di Mosul nutriscono numerosi armenti. Il cielo è sempre sereno da marzo a ottobre. La notte in estate è fresca, il giorno caldo oltre misura , ma vi si respira sempre un aria salubre. Vi son molti grandi edifizj , molte belle moschee , i5 alberghi per le caravane, vasti basar! È guarnita di mura , e di bastioni. Vi si passa il Ti- gri sopra un ponte di battelli , che si congiunge ad un ponte di pietra di 16 archi.

Le strade son meschi- ne , mal tagliate, e mancano quasi tutte di lastrici. Il calFè di Moka , e gli ar- ticoli della Persia vi vanno ugualmente per la via di Mosul. Gli Yezidi del Siujar , i Kurdi , gli Armeni del Kurdistan, gli Arabi della Mesopotamia vi por- tano le derrate dei paesi , nei quali risiedono.

Gli abitanti di Mosul fabbricano molte tele di cotone , stoffe , e drappi di seta ; preparano a perfezione i marrocchini. Le tele vanno in parte ad Aleppo , colla vallonea, e le gomme, e da Aleppo a Marsilia io.

La conoscevano fra gli antichi Strabono, Senofonte , Plutarco , ed Àmmiano. I rami inferiori del Zagros si estendono, fiu verso le rive del Tigri. Il sole, che abbrucia ,le pianure della Mesopotamia in estate,, rispetta , sempre i verdi prati, nei quali vaOj pascolando gli armenti numerosi dei Kurdi.

Nel tèrtitorio di Kerkuk prendono cura dei bachi da seta. Tre governatori Turchi risiedono a Sherashul , a Kkoi , a Zakho ; tengono in armi in tutti 4o,ooo uo- mini, fra i quali ao,ooo Àrabi. Vi sono ao,ooo abitanti. Vi depositano il tabacco, e la val- lonea di tutto il Kurdistan per il commercio. Le attribuiscono 36,ooo abitanti. Le sue case son tutte di lava. Vi sono terra, e s4oo abitanti. Vi fabbricano parecchie coperte di lana per il commercio.

La difende una numerosa guarnigione di giannizzeri , che vengono da Costan- tinopoli. Le sue case sou di ter- ra , e di mattoni inariditi al sole , e quasi tutte a due piani. Quivi nacque il primo impero della terra. Quivi il giovine Ciro , ed il giovine Alessandro distrussero due monarchie colossa- li nel giro di pochi mesi.

La gran differenza di clima pren- de origine dalla gran differenza, che esiste neir al- tezza delle due terre. Del resto la Caldea è una pianura magnifica. Po- che aecpie bastano per Coprirla di tutti i tesori della vegetazione. Il sole la inaridisce in estate ; il suo cielo è allora di fuocx. Yi raccolgono in tutti i giardini lenti, piselli, fagioli, fave, cavoli, sedani, cipolle, cetrioli, poponi, cocomeri, sesamo.

Il gelso bianco vi riesce a perfezione col gelso nero, e colla quercia dalla vallonea. Nelle terre ricche di pascoli tengono molti be- stiami grossi , e più che altro cavalli , e bufali.

Le vacche vi somministrano fin 22 piote di latte al gior- no. I bovi , i bufali , ed i cammelli sono impiegati per r agricoltura e per i trasporti. Le pecore dalla grossa coda per il nutrimento vi vengono di fuori per mez- zo dei Kurdi , e degli Yezidi.

Nelle classi inferiori si nutriscono anche di carne di di cammello. Un bel ponte di pietra le unisce insieme. Occupano un recinto di 8 miglia. Le case son di mattoni , e di terra , e solamente a 2 piani. Le strade più grandi sono ornate di vasti e doviziosi basari , nei quali ri- siedono unicamente i negozianti, e gli artigiani.

Vi sono molte e superbe moschee. La vecchia Bagdad esiste da più di la secoli. I musulmani vi accorsero iu gran numero dalla Siria , dalla Persia , dalla Meso- potamia. Impiegarono nei suoi edifizj molti mate- riali raccolti tra le rovine di Babilonia , di Seleucia , di Ctesi fonte.

Vi fabbricano stoffe a righe ed a fiori di seta pura , e di seta e cotone , tele di seta per le ca- micie degli Arabi , fazzoletti di seta , tele di cotone per il vestiario delle donne , e delle classi inferiori , e per materasse , e coperte , panni per vestiario , vel- luti di seta a righe per guanciali, e sofà, tappeti, vetrami , e sapone , preparano marrocchini , lavorano in oro , argento , e rame , e tingono superbamente le tele.

Il commercio di Bagdad per terra è veramente pro- digioso. Due caravane di Tatari con i5o a aoo muli partono ogni anno da Bagdad per Cpstantinopoli , e impiegano 4 mesi per giungervi. Bagdad è situata in un territorio ripieno di giar- dini , e di boschetti di palme.

Una tribù di ia,ooo Arabi risiede nei contorni, e guida ai pascoli numerosi armenti per la pianura. Gli Arabi sparsi sulle rive del Shat-el-Arab danno a richiesta un corpo di 10, uomini a cavallo.

Le rendite del governo ascendono a , lire; il governatore ne paga appena 1 , alla Porta. La torre di di Nimrod è un avanzo del magnifico tempio di Belo. Vi contano oggi 36,ooo abitanti, e 84 caffià. Quindi gli Arabi la chiamano la piccola Bagdad. Nel la guarni- rono di bolle mura di mattoni tratti dalle rovine di Babilonia.

Vi fabbricano stoffe di seta , stoviglie , e fini- menti per cavalli. Il governatore trae una rendita di 35o,ooo lire dalle tasse sui granii il riso, il sale, le concie, e la calce. Le terre vicine son divise tra prati magnifici , ove er- rano in torme cavalli , bùfali , cammelli , e pecore , e tra i campi di grano , che occupano una linea di miglia. Un principe Arabo domina sulle sue rive. Risiede in un gran campo poco lungi da Kutyj comanda ad una tri- bù di 25, tende, o di i5o,ooo anime.

Il suo territorio è ripieno di vigne, palme, limoni, aranci, e albicocchi. Occupa un recinto di 8 miglia colle sue cattive mura di terra ; ma le case non ne riempiono nep- pure un terzo, ed il resto è diviso tra i giardini, i boschetti di palme , i campi di cotone. Anche e case sou quasi tutte di terra. I Persiani devastaremo Bassura nel , e vi lasciarono appena 1 5 ,ooo abitanti , ma la sua im- portanza commerciale listava per ripopolarla in pochi anni. Il governatore vi tiene in armi un migliaju di giannizzeri.

Madras vi manda tele cotone bianche , ed india- ne delle fabbriche di DanaUm, le prime per la Persia, è P altre per la Turchia. Gli Arabi del territorio di Bassora vanno ogni anno ad Aleppo in primavera per vendervi i cammelli , e vi prendono Digitized by Google sia IKAK ARABI in cambio mussoline per più di , lire, panni , stoffe di seta e cotone delle fabbriche di Àleppo, coralli, lavori di legno , cristalli di Venezia, minu- taglie.

Lo paga in datteri, perle, acqua di rose, frutti secchi , riso grano , orzo , e contanti. Manda nell lndie grani , datteri , vino , rame , acqua di rose, frutti sec- chi, molte canne da scrivere i , e runias , droga che serve per tingere in rosso; provvede di cavalli arabi Surate, ed il Guzzerate. Cosi vi trafficano ogni anno per 3 o, , lire almeno. Le paludi rendono il clima insalubre nel territorio di Bassora.

Semiramide sua moglie ingrandisce Babilonia , la riempie di monu- menti magnifici. Resta la sola Assiria ai successori di Nino.

Assara- don uno dei suoi successori riunisce al regno di Ni- nive la Caldea , e la Siria , e porta la sede del suo nuovo impero in Babilonia. Sedecia successore di Gioachimo ricusa il tributo. B1 ai4 mano in socorso i Persiani. La conquistano nel i i Turchi Otmanni. Digitized by Google e A n c 1 s o sorai Fieli. Quindi prese il nome di Caspio an- che il mare vicino. Tolomeo chiamava Kasius il pie-. Russi il nome di Kasi-bek. Caucaso in greco, e Kasi- bek in russo significano ugualmente il monte Kasis.

Popoli montanari , 5 oo,ooo Circassi 1 36, Imiretta ' i 5 o,ooo Mingrelia , Georgia 35 o,ooo Tartari Nogay 8, Kumucchi 10, Daghestan i 5 o,ooo Tabasseran 60, Schirvan , Cosacchi , e Bussi militari. La lunga catena del Caucaso divide il vasto paese, ohe ne porta il nome in due regioni ineguali. La sua larghezza varia da a miglia. Quindi è più aha di I 0, piedi. La sua base posa sopra un pianoro ingombro di paludi, il quale sta a livello coi monti vicini.

Una semplice grata di ferro basterebbe per chiuderla. La seconda gola , che chiamavano porte Sarmati- che, attraversa la frontiera del Daghestan ; vi prende origine il piccolo Koisù.

La chiamano oggi il passo di Derbent, dal nome del forte che la difende. Un dop- pio muro divide la strada , che vi conduce , dalla costa del Caspio, cosicché vi si passa per una vera gola.. Nella regione , che comprende la catena del Cau- caso , e le due Cabardie, le colline son divise tra i pascoli , ed i campi di grani , le pianure sono ingom- bre di sabbie, e vi germogliano poche piante analo- ghe.

Eppure i suoi tesori non sono sicuramente esauriti. I monti , nei quali prehde origine il Terek , contengono ar- gento , piombo , e ferro. Nelle cime più alte della catena , fra le nevi eter- ne, e i nudi dirupi, abitano orsi, lupi, cani selva- tici , e capre indigene , con un animale della fami- glia delle tigri. Le colline son popolate di lepri , ermellini , camosci , linci , puzzole , argali. I superbi cavalli circassi errano a torme nelle pianure. La vasta pianura situata tra le falde del Caucaso , e le rive del Terek , e del Kuban , porta il nome di grande, e piccola Cabardia.

La granCabardia si esten- de dalla riva destra del piccolo Sundscha sino al mar nero ; la piccola dalla riva sinistra del Sund- scha Gno alla riva destra del Terek. Vi risiedono più di , Circassi. Le terre delle due Cabardie sono assai fertili. Vi raccolgono molto granturco, miglio, riso, orzo, far- ro , vena , canapa, tabacco, cotone, rape , carote, ci- polle, cocomeri , cetrioli, ed un poco di zucchero.

I principi, ed i nobili spogliano i viaggia- tori , e devastano le campagne. I montanari vicini, per difendersi dai nobili masna- dieri , gli guadagnano con un tributo di pecore, e di vasi di rame ; i Russi gli raffrenano col fucile. In tempo di pace , i Circassi fanno un commercio esteso coi Russi del governo del Caucaso, coi Gior- giani , e coi Turchi. Vendono ai primi molti cavalli , pecore , lana , cera fina , articoli di vestiario , grana- glie, butirro, miele, frutti secchi, e cotone; e rice- vono in cambio tele di lino, e di cotone, cuojo, panni fini , pelli , zucchero , solfo , ferro , molto sale , vasi di rame, e stoffe di seta.

Un ramo della nazione dei Circassi abita sulle rive del Kuhan. Son tributar della Porta. Vivono di fratti , e di pesce. Raccolgono un poco di grano. La Storia dei Circassi offre poche date impor- tanti. I Russi danno a tutte le nazioni del Caucaso il nome generico di Gorski, o di mom taiiari. Fabbricano armi, polvere da munizione, e panni ordinar per il consumo , e per il commercio.

Risiedevano una volta nelle belle pianure della Cabardia. Tutti gli Osseti occupano una piarantina di villaggi , situati sulle più alte cime dei munti. Ogni villaggio contiene da 3 o a 5 o case di pietra, ed un forte, che somiglia una torre.

Si provvedono fra i Russi di vetrami , e stoviglie. Senza i molti forti , coi quali i Russi gli tengono in dovere, loo Osseti basterebbero per chiudere il varco del Caucaso. I Tseteenzi si danno per un ramo degli antichi Tcerketi , o dei moderni Circassi. Occupano 7 grandi villaggi; posson mettere in armi 3 uomini a cavallo!

Son masnadieri, come i Circassi ; devastano le campa- gne , rubano gli armenti , spogliano i viaggiatori. Son divisi in due orde; i grandi, e i pic- coli Inguschi. Abitano in tanti villaggi sulle rive del Kumbalè , e del Sundscha , e si estendono sino al- la riva destra del Terek, il quale gli divide dagli Osseti.

Le valli, nelle quali risiedono, sono irrigate da molli ruscelli. I monti le cingono per ogni lato. À dispetto del clima rigido che vi regna , vi coltivano utilmente grano , orzo , e miglio. Vinti dai Circassi , si rifugiarono nei mon- ti gelati , ove risiedono ancora. Gli Tcegemi , ed i Balkaa'i contano una popo- lazione di famiglie, o di 10, anime. Son ricchi in bestiami , e muli , coltivano la terra , ne traggono segale simiglio, e vena.

Gli Tcegemi com-- prano nella Cabardia tele di canapa , di cotone , e marroccbini. II resto della nazione vive nelle pianure del Da-' ghestan , in vicinanza del Caspio.

Son divisi in ay tribù. I Lesghi, montanari son masnadieri, come i Circassi. Nel Daghestan son tutti pastori. Il prin- cipe, al quale obbediscono, risiede in Khun-sag, borgo di 8oo case , e 4Boo abitanti. Gli Tciari , orda di masnadieri , che appartiene alla nazione degli Avari , risiedono nel Leghistaii sulla frontiera della Georgia, accanto ai Dido, ed agli Unso , i quali guidano gli armenti ai pascoli del Kaclieti , e vendono ai popoli vicini piombo , rame, ferro, salnitro, polvere, sale, feltri, panni comuni, iu cambio di viveri.

Sono in numero di I popoli montanari del Caucaso , che si conoscono , danno una popolazione dimostrata di 25o,ooo anime. Valutando per altrettanto i popoli ignoti si hanno per tutto il Caucaso 5oo,ooo. In effetto i Russi pensano, che tutti i popoli del Caucaso riuniti potrebbero mettere in armi , uomini di ca valleria. Una catena di monti, alla quale le carte Russe danno ' il nome di Amismrat, e che si dirama dal Caucaso,, per terminar sulla costa del mar nero, dopo un.

I suoi monti , benché ricchi di pascoli, son deserti. Vi educano i bachi da seta , e vi prendon cura. Le foreste son popolate di pecore , e capre selvatiche , cervi , caprioli , lupi , ersi , lepri , tassi , cani , faine , lupi-cervieri. Il forte è difeso da pezzi di cannone. Il principe è vassallo della Russia fino dal Ha in armi uomini. Gli Armeni e gli Ebrei vendono vasi , ed arnesi di ferro, e di rame, che fab- bricano nel villaggio di Zadis, tele di cotone del Kar- dueli , un poco di grano, sale, e miglio, berretti ,pan- ni grigi, vestiari di panno, latóri di cotone iti colori, stoffe ordinarie di seta.

Canapa, Cavalli, e bestiami minuti. Gli abitanti di Zadis fanno col ferro delle mi- uierc vicine falci, aicie, Vomeri , ferri da cavallo, e Caténe da fuoco , che Vendono nel Kaehéti, In cambio di bestiami , e di grani. La popolazione della Mingrelia ascende a , anime. La Mingrelia è un paese ricco di pascoli. Quin- di vi tengono molti armenti. La natura vi spiega una forza prodigiosa nella vegetazione. V i raccolgono grano, riso, e miglio, vi educano Papi.

I Turchi ne comprano ogni anno più migliaja. Le foreste son popolate di cervi , lepri , cinghiali , lupi, pantere, e cani selvatici.!

D commercio è quasi interamente concentrato in isKtrniAR, Diosciiria'! Vi comprano , oltre gli schiavi , seta, tele, pelli di castoro, e miele. Le pianure della Georgia sono superiormente fer- tili. Watch Futanari and mia khalifa xxx videos tube porn Futanari and mia khalifa xxx videos hd movie and download.

But in case you're unaware of the Lebanese porn star and all the controversy that came with her newfound celebrity, here are some Instagram pics to get you up to speed. Julianna Vega and Mia Khalifa in one scene.

Too big for Mia Khalifa. Big titted Mia Khalifa gets pounded doggy in the chair. Mia Khalifa and Julianna Vega hot ffm threeway. Czech porno piedi porno. Il pompino della mora porca italiana sul divano - porno italiano milf italian.

Troia italiana fa pompino e ingoia la sborrata in bocca. MILF italiana inculata forte anale amatoriale pedegroup. Esposa loira italiana com um negro - Corno Filmando tudo. Film porno Czech Piedi hardcore! Guarda gratis video porno Czech Piedi proprio qui su pedegroup. Milf gratis belle fighe. I buchetti perfetti di una bella indiana. Donne Italiane Che Scopano:: Solo qui avrai tutto Ragazze italiane scopano con giochi erotici e poi con un cazzo Lesbiche italiane bellissime scopano in cam.

Video porno gratis di Donne Mature Solo su Voglioporno puoi trovare tutti i video porno di Donne Mature che ti puoi immaginare. Little lupe sexy porn. Lupe - virtual sex K views.

Little Lupe Fuentes Footjob In. Vittoria risi porno angelina castro. Nominale porno video, Eva Angelina Castro. Italian anal porn with Vittoria Risi. Film porrno a pecorina. Video porno gratis di Pecorina Solo su Voglioporno puoi trovare tutti i video porno di Pecorina che ti puoi immaginare.

Video porno gratis di A Pecorina Solo su Voglioporno puoi trovare tutti i video porno di A Pecorina che ti puoi immaginare. Fidanzata troia italiana pecora inculata da mio Jessicabitchita - k Views - 5 min. Biondina culona messa a pecorina e scopata con Moana83 - k Views - 9 min.

Giovane milf italiana scopata a pecorina dal su Moana83 - k Views - 6 min. Vecchio porco chiava ragazza eccitata - Old pig Porno Italians. Nonna troia nonne vogliose. Nonna troia italiana fa bel pompino a giovanne. Una vecchia storia part. JuliaReavesProductions - Wilde 60 Ziger - scene 1 - video 1 asshole brunette cute pussyfucking bigti. Mature Granny italian - nonna vogliosa di cazzo duro Matura italiana.

Sappiamo tutti cosa è un Milf, ma cosa succede quando una vecchia signora vuole scopare? Belen rodriguez porno orgia amatoriale.

Belen Rodriguez ci mostra il suo video fatto in casa, in cui la possiamo vedere mentre fa sesso con il suo fidanzato. Questa bruna desidera essere penetrato. Un bel filmino porno casalingo con un'inculata.

Film porno italia fotopiccanti. Un po l'oggetto delle rubriche rosa vibratore gratis di infermiere porno gay gratis albonico Porno giapponese animato - Film erotico cinese.

Porno trans italiano www porno. Morgana e Nico mascherine Porno casting italiano. Bionda italiana succhia cazzone - porno italiano. Anale italiano - Mora scopata a pecora. Transex italian - transessuali in porno italiani. Transex italian - transessuali in porno italiani shemale, trans, transex, shemale italian, brazilian, trans, trans brasiliane. Guarda video porno Trans Italiana gratis, qui su pedegroup. Scopate ita porno italiano mature. Moglie Matura italiana - mature italian wife - scopate italiane - porno italiano, free sex video.

Italian slut fucks mom with son - mamma italiana troia scopa con figlio italia. Moglie Matura italiana - mature italian wife - scopate italiane - porno italiano. Mature women hunting for young. Moglie Casalinga scopa sul divano - Amatoriale italiano. Moglie infedele italiana vogliosa di cazzo - Italian cheating wife cock craving.

Bull si scopa sulla sedia moglie matura del cornuto. Moglie Matura italiana - mature italian wife - scopate italiane - porno.

Video porno malena firstanalquest. Solo qui avrai tutto il porno gratis di qualità che pedegroup. Play or download pedegroup. Video porno e foto gratuiti sono forniti da terze parti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per il contenuto di qualsiasi sito Web a cui ci colleghiamo, si prega di utilizzare la propria discrezione durante la navigazione dei pedegroup. Sono tutti qui e. Video porno casalinghi culi amatoriali.

Ogni ora un nuovo arrivo. Tentazioni quotidiane di donne in calore caldissime mentre fanno sesso con uomini di fronte al marito o che desiderano farsi veder nude e mostrare le loro zone intime.

Famiglia porno provini porno italia. Porno valentina nappi porno massage. Valentina Nappi italian massage - Fantasy Massage, free sex video. Porno mia khalifa bruce venture. Watch Mia Khalifa Bruce Venture porn videos for free, here on pedegroup. Guarda video porno Mia Khalifa Bruce Venture gratis, qui su pedegroup. Watch Bruce venture mia khalifa tube porn Bruce venture mia khalifa hd movie and download. Donne famose nude brandi love porn. Ma che corpo fantastico che ha ma milf squirter Brandi Love!

Un culo sodo e delle tette fuori dal mondo! Una squirter che ti farà impazzire! Nonne inculate donne arrapate. OldNanny BBW mature e vecchie nonne con ragazzo hanno treesome bella, vecchia BBW Nonne e Vecchie nonne nel loro 50s godendo un cazzo hardcore, maturo dolce ragazze arrapate cinquantenni. Nonne Hardcore scopata Interracial porno con donne anziane sesso. Video, dopo aver visto Due nonne arrapate, a turno, cavalcando un boner massiccio - Jeannie Lou. Sexi porno pure mature. Young model homemade sex.

PureMature - Kiera Rose uses her sex skills to get her way. HD - PureMature Sexy cougar. Combine search withincestiinculatarealenapoletanaporcaamateurvideoitaamicascopataculoitaliascuolaitalyanalpompinicornutomatureprovinopornostarhomemadeitalianivintagecastingteenprovinipornopompinocentoxcento Italian Hot Scout - k Views - 7 min.

Donne vecchie famiglia porno. Mantenendolo nella famiglia 3. Mamma figlia di pal fuori della famiglia le gocce. Mamma elegante e cumswapping teenager. Mamma tette enormi Ava Addams protegge la sua famiglia prezioso, mamma tette enormi Ava Addams. Uomo ubriaco scopa bene con le donne in famiglia.

Tienilo nella famiglia traduzione in russo. Annata, Tettone, Passo Mom. Combine search withamateurmaturagangbangincestocentoxcentocasalingavintagefamilymoglieanalemilfitalianamateursincestitroiafilmteenpornomammaamatorialeporcheitaorgypornsalieripornostarprovinononna Donna Charlie - Moglie Mia Non Ti Conosco. Migliori video porno di mega tette gratis su Megasesso.

Guarda tutti i video xxx aggiornati per categoria, in streaming HD. Migliori video porno di mega tettone gratis su Megasesso. Migliori video porno di tettone gratis su Megasesso.

Tette grosse che fanno la spagnola, maggiorate xxx, minne e zizze giganti e poppe enormi. Futurama porno donne pelose. Harem hentai facial raffigura ragazze con le tette grosse e la figa pelosa.. Fumetto porno dedicato a un gruppo di donne mature che fanno sesso con ragazzi.

Adult comix a colori in cui. Corti Sesso Giochi erotici x incontri senza preservativo e dalla sofferenza per tenere vivo in HD con i film porno gay erotici da un massaggio al porno amatoriali siti gratis per i cuscini d'oca russa lecca e ci sono disposti a tre giorni fa splendidi Donne Per Adulti Verbania Bagni Di Pompino e giochi erotici.

Ava and Danielle Maye have sex after wrestling. Klixen and daniel porn. Sapphic vacation by Sapphic Erotica sensual erotic lesbian porn with Victoria Daniels and.

lesbienne pied escort girl gien

Lesbienne pied escort girl gien -

Video lesbo di grande erotismo. Sapphic vacation by Sapphic Erotica sensual erotic lesbian porn with Victoria Daniels. Più tardi si vantano anche i suoi legnami superbi.

Lesbienne pied escort girl gien -

La Mygdonia è un paese delizioso. Porno italiano - italian porn - Porno italiano - italian porn - Porno italiano. La Siria riunisce nelle sue terre tutti i nostri ani- mali domestici, ed inoltre bufali, cammelli, e peco- re dalla gran coda. Fabbricano fazzoletti finimantelli di feltrotappeticorazzelavorano in ferroin oroe in argento. I musulmani sostengono, senza ridere, che il monte Uliveto contiene le spo- glie mortali di 73, profeti!!! Added on 22 January 5: Le praterie di Mosul nutriscono numerosi armenti.

3 thoughts on “Lesbienne pied escort girl gien”

  1. lesbienne pied escort girl gien says:

    -

  2. lesbienne pied escort girl gien says:

    -

  3. lesbienne pied escort girl gien says:

    -

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *